La cultura del dono fa breccia tra gli sposi. L’esperienza della coop. Dialogica

Donation Social impact è un progetto della cooperativa sociale Dialogica, che opera in Como nell’ambito della consulenza e della mediazione famigliare, cofinanziato dalla Fondazione della Comunità Comasca. L’obiettivo è quello di promuovere la “cultura del dono”, in contesti inediti. Si vuole dimostrare che i più non conoscano le possibilità legate alle donazioni ed alla filantropia, ed esistono perciò ampi margini di crescita relativamente alla diffusione del dono. Promuovere il dono infatti dovrebbe significare condividere gli obiettivi perseguiti dalle organizzazioni non profit con la comunità, anche e soprattutto con quei settori della comunità apparentemente distanti dal mondo del “sociale”. Da qui, si è pensato di creare un portale di crowdfunding, www.successivamente.org , per raggiungere il maggior numero di persone possibile, e di partecipare alla fiera degli sposi, tenutati in Como, presso l’hotel Sheraton, i giorni 22 e 23 settembre. Attraverso un gioco di engagement, in cui si è chiesto ai futuri sposi il regalo che non vorrebbero mai ricevere o quello che temono di ricevere, e un concorso tramite il quale si andrà ad offrire ai vincitori una cena presso la Trattoria La Moltrasina, abbiamo raccolto un centinaio di contatti di persone che si sono dette interessate ad approfondire la tematica delle bomboniere solidali e soprattutto a forme di regalo alternative, come il sostegno ad una buona causa. La promozione del dono e il personal fundraising legato ai matrimoni si sono rivelati di grande interesse per i wedding planner, in particolare  stranieri, che confermavano la richiesta dei loro clienti di sostenere buone cause in occasione del proprio matrimonio, senza però avere idea di come e dove orientarsi.